World Spirometry Day - 24 Settembre 2014 dalle 8.30 alle 15.30
Prestazioni a tariffe agevolate
Analisi del movimento

Isteroscopia, l'esame per la visione diretta della cavità uterina

Isteroscopia

l'esame per la visione diretta della cavità uterina

 

Cos’è l’isteroscopia?

Da alcuni anni, la tecnologia delle fibre ottiche, sottilissimi fili in grado di trasmettere un'immagine, permette di vedere direttamente la superficie esterna e interna degli organi.
In particolare l'isteroscopia diagnostica è l’esame visivo diretto della parete interna dell'utero (l'endometrio).

I vantaggi

Il principale ed evidente vantaggio è la possibilità di formulare una diagnosi più precisa, basata sulla constatazione diretta, visiva, della patologia in atto (isteroscopia diagnostica).
Inoltre, esiste la possibilità di effettuare, nel corso dello stesso esame, un prelievo bioptico mirato dell'eventuale area sospetta. In alcuni casi, con l’ausilio di una leggera anestesia, è possibile eseguire alcuni piccoli interventi risolutivi (isteroscopia operativa).

Come si esegue

L’isteroscopia diagnostica è un'indagine ambulatoriale eseguita solitamente senza dilatazione del canale cervicale e non richiede l'uso di anestesia locale o generale.
L’esame può essere eseguito in qualsiasi momento del ciclo, tranne nei giorni del flusso mestruale; comunque è preferibile eseguirlo nel periodo post-mestruale.
L’esame si effettua introducendo dentro l’utero, attraverso la vagina e il canale cervicale, uno strumento sottile d'acciaio (3 o 5 mm) con all'interno un telescopio. Per consentire la visione della cavità uterina è necessario distendere le pareti uterine con liquidi (soluzioni saline).
Solo nel 4% delle donne è impossibile eseguire l'esame per stenosi serrata del canale del collo dell'utero.
L’esame isteroscopico può favorire un lieve dolore addomino-pelvico (simil-mestruale) .

Quando richiederla

Il vostro ginecologo saprà decidere sull’ opportunità di sostenere questo esame.

In genere l’ isteroscopia viene effettuata nei seguenti casi:

  • alterazione del ciclo
  • malformazioni interne dell'utero come ad esempio setti uterini
  • sterilità, infertilità
  • formazioni endocavitarie come ad esemio polipi, miomi sottomucosi
  • perdite ematiche atipiche in pre o postmenopausa
  • iperplasia endometriale
  • lesioni neoplastiche
  • controllo ed eventuale rimozione di IUD il cui filamento non appare dal collo dell’utero. (LOST IUD)

Le complicanze

Le complicanze sono rarissime (1 caso su 1000).

Le principali complicazioni consistono in:

  • perforazione della parete uterina che in rari casi richiede il ricorso all'atto chirurgico;
  • infezione pelvica con iperpiressia a distanza di circa 24 ore;
  • reazione vagale che determina un abbassamento della pressione arteriosa, lipotimia o addirittura un arresto cardiaco.

Le controindicazioni all’esecuzione dell'esame sono:

  • gravidanza.
  • infezione pelvica in atto.

Dove richiederla

È necessaria la prenotazione, che si può effettuare anche telefonicamente presso il Poliambulatorio Euganea Medica

Non è convenzionata.

Su richiesta, può essere eseguita con sedazione, previa valutazione ginecologica.

Per eventuali chiarimenti è disponibile la Dott.ssa Antonella Agnello, responsabile di “Percorso Donna”.


Aggiornato a gennaio 2012

Scarica il depliant in formato PDF Scarica il depliant in formato PDF (202.8 Kb - PDF)

Data Medica Padova S.p.A. - Via Zanchi 89 - Padova - tel. 049.86.50.111 - P.I. 00477060289