Come combattere la cellulite?

16 aprile 2018

Ufficio comunicazione Data Medica Synlab

combattere cellulite

La cellulite è una problematica, non solo estetica, che moltissime donne si trovano ad affrontare. Ma cos’è la cellulite e come possiamo combatterla?
La dott.ssa Muneratti, responsabile del Dipartimento di Medicina Estetica del Poliambulatorio Euganea Medica, ci viene in aiuto.

Dottoressa Muneratti, cos’è la cellulite?

La cellulite è una condizione clinica del sottocutaneo, visibile soprattutto nella cosiddetta area ciclista (interno cosce, esterno cosce, glutei), ma a volte presente anche all’interno delle braccia e più raramente su addome e polpacci.
Potremmo classificare la cellulite in 4 stadi:
il primo caratterizzato dall’edema (gonfiore percepibile al tatto e poco visibile), il secondo dalla sclerosi (indurimento), il terzo dalla fibrosi e dalla fibro sclerosi con micro noduli, il quarto con epatizzazione (indurimento) e sovvertimento strutturale del sottocute con macronoduli, tanto che la cellulite è considerata una vera e propria malattia e può essere dolorosa.

Da cosa è causata la cellulite?

Oltre ad una predisposizione genetica tipica della razza bianca, complice l’ormone estrogeno, questa patologia del sottocutaneo ha varie cause, quali: familiarità, alterazioni ormonali, disordini alimentari con aumento di peso, stipsi, stress, fumo, alterazioni veno linfatiche, sedentarietà, alterazioni posturali, uso di tacchi troppo alti e abbigliamento
troppo aderente.

Come combattere la cellulite?

Nell’approccio alla cellulite dobbiamo lavorare su almeno tre fronti contemporaneamente: l’attività fisica, l’educazione alimentare e l’approccio terapeutico vero e proprio, un triangolo che io sono solita chiamare ironicamente “triangolo della fatica”. La sinergia di terapie concomitanti infatti potrebbe attenuare molto la cellulite dolorosa e migliorare anche l’aspetto della cute, ed è proprio questo che interessa principalmente alle donne.

Quali sono i rimedi per sconfiggere la cellulite dal punto di vista medico?

L’approccio terapeutico comprende, come dicevo prima, un insieme di possibilità che spaziano dalla mesoterapia al massaggio drenante, sino ad arrivare alle attuali moderne tecnologie che mirano a migliorare lo stato del microcircolo, attraverso una vasodilatazione e una successiva ossigenazione tessutale.
Una consulenza gratuita presso il nostro Centro permette di individuare lo stadio della malattia e dare prospettive di miglioramento che passano anche attraverso tecnologie come massaggio meccanico con tecnica Icoone e Radiofrequenza. Il massaggio meccanico stimola le microstrutture del sottocutaneo con una contemporanea azione meccanica di trazione e aspirazione. La tecnica di esecuzione prevede di mimare il massaggio manuale con dei rulli al posto delle mani, ma a differenza dal massaggio manuale c’è aspirazione e ritmicità con importante effetto stressante sulla membrana dell’adipocita e sul connettivo. È indicato in primis per la cellulite (e quindi molto adatto alle ragazze giovani) ma anche per l’adiposità localizzata e per la lassità cutanea.

Cos’è la Culotte de Cheval?

Molto spesso la cellulite si accompagna ad un altro inestetismo, la cosiddetta culotte de cheval, cuscinetto adiposo nella zona trocanterica che caratterizza le cosiddette cosce da cavallerizza. Questa non è cellulite ma una raccolta di tessuto grasso. In questo caso i trattamenti medici consistono nella terapia ultrasonica (cavitazione) o in iniezioni di soluzioni lipolitiche, l’approccio chirurgico invece è la liposuzione.

Intervista alla dott.ssa Concita Muneratti -Responsabile del Dipartimento di Medicina Estetica del Poliambulatorio Euganea Medica – Synlab.

Intervista tratta da Medicina Moderna.