Come leggere gli esami del sangue: OMOCISTEINA E CREATININA

9 luglio 2018

Ufficio comunicazione Data Medica Synlab

SANGUE OMOCISTEINA

Omocisteina e creatinina: quali indicazioni possono darci i valori di queste due analisi?

Omocisteina

L’omocisteina viene identificata come un nuovo e significativo fattore di rischio per l’aterosclerosi, ed in modo specifico per la patologia coronarica. In pazienti con modificazioni genetiche del metabolismo dell’omocisteina e in quei soggetti con una leggera alterazione del metabolismo di tale aminoacido, si rilevano aumentati livelli ematici di omocisteina con alto rischio di patologia aterosclerotica. Anche la carenza di vitamine B12, B6 ed acido folico favorisce un accumulo dell’amminoacido in circolo.

Creatinina

È un esame che serve a verificare il corretto funzionamento dei reni. Se il risultato di questo esame è elevato, significa che i reni non stanno funzionando in modo corretto. Tali valori elevati possono essere causati ad esempio da insufficienza renale o da eccessi sportivi. Valori inferiori alla norma, invece, possono essere causati da anemia, atrofia muscolare o ipotiroidismo.

PER UNA CORRETTA INTERPRETAZIONE DEI RISULTATI, SI RACCOMANDA DI RIVOLGERSI AL PROPRIO MEDICO CURANTE.