Raggiungi il benessere psicofisico con la ginnastica posturale

13 febbraio 2017

Gruppo Data Medica

ginnastica-posturale

Quante volte abbiamo sentito quella sensazione di tensione muscolare e di rigidità, magari dopo tante ore al computer o come conseguenza di problematiche alla schiena?

“Il corpo è schiacciato dalla propria forza- peso, vale a dire dalla propria forza muscolare, dalle ipertonie, dagli stati di tensione e contrazione, dalle perdite di elasticità.”

citava Françoise Mézières, creatrice e studiosa del metodo omonimo.  La ginnastica posturale si basa proprio sui principi del metodo Mezieres, è adatta a ogni fascia d’età ed è finalizzata alla riarmonizzazione, al riallineamento e alla rimobilizzazione della nostra struttura muscolo-scheletrica.

È facile confondere la ginnastica posturale con una semplice ginnastica dolce, in realtà si tratta di un lavoro posturale e correttivo impegnativo per il paziente sia dal punto di vista fisico che psicologico.
Con l’aiuto di un fisioterapista di CEMES, proviamo a saperne di più.

Cos’è la ginnastica posturale?

La ginnastica posturale consiste in un programma di esercizi volto a cambiare il nostro assetto posturale, attraverso la presa di coscienza del proprio corpo e il miglioramento della percezione della colonna vertebrale, degli arti superiori e inferiori, e delle posizioni che queste parti del corpo assumono nello spazio. Parliamo quindi di una ginnastica che porta ad acquisire la capacità di controllo del corpo e a migliorare la postura.

In che cosa consistono gli esercizi di ginnastica posturale?

Si tratta di un programma di esercizi svolti in maniera progressiva e finalizzati all’allungamento muscolare delle catene cinetiche posteriore e anteriore, alla stabilizzazione vertebrale ed all’acquisizione di posture atte all’individuazione dei soggettivi compensi posturali ed alla correzione degli stessi. Durante una seduta di rieducazione posturale si eseguono esercizi specifici, attivi e passivi, mirati a esercitare muscoli “dimenticati” e finalizzati a restituire lunghezza, elasticità e benessere alla muscolatura contratta.
Fulcro di questi esercizi? La respirazione toraco-diaframmatica.

A chi è rivolta la ginnastica posturale?

Questa attività è adatta a ogni fascia di età e viene svolta secondo la guida e il controllo di un fisioterapista competente e adeguatamente formato. È luogo comune che la ginnastica posturale sia un’attività indicata e praticata soprattutto da persone anziane. In realtà migliorare il movimento del corpo e la propria postura sono obiettivi che ogni persona dovrebbe perseguire.

Questa disciplina è indicata in particolare:

  • Per chi ha patologie a carico della colonna vertebrale e/o alterazioni di carico di origine posturale
  • Per chi pratica attività lavorative che comportano l’assunzione di posture prolungate nel tempo
  • Per chi pratica attività sportive che portano ad un’asimmetria di carico e di movimento tra i due emilati del corpo

Suggerimenti?

La ginnastica posturale è un lavoro lento, progressivo e prolungato nel tempo, per cui pazienza e costanza sono degli ottimi alleati per perseguire il nostro obiettivo: l’armonia del corpo e il benessere psico-fisico.

Non possiamo che augurarvi una buona ginnastica posturale!

Richiedi info sul corso di ginnastica posturale di Cemes